La nuova soluzione OptiSIS semplifica l’implementazione e riduce i lead time nei sistemi strumentati di sicurezza

Rockwell Automation presenta la sua nuova soluzione OptiSIS, che offre agli operatori industriali un sistema strumentato di sicurezza preconfigurato che, in piccole e medie applicazioni di processo, può facilitare l’implementazione e ridurre i tempi di consegna.

La soluzione OptiSIS è ideale per le aziende che operano in ambito oil&gas, chimico e petrolchimico e che dispongono di sistemi di sicurezza di processo obsoleti che non sono conformi o che non possono più essere manutenuti.

“Sostituire o aggiornare un sistema di sicurezza di processo con un approccio progettuale personalizzato può essere costoso e richiedere molto tempo,” dichiara Mark Eldredge, Packaged Solutions Program Manager di Rockwell Automation. “La soluzione OptiSIS può ridurre il lead time di oltre il 30 per cento, prevedendo sviluppi più rapidi e convenienti di un sistema strumentato di sicurezza.”

La soluzione OptiSIS è progettata per il sistema strumentato di sicurezza di applicazioni da 50 o 100 punti I/O, incluso i sistemi di arresto di emergenza (ESD), i sistemi di gestione dei bruciatori (BMS) e i sistemi di protezione pressione ad alta integrità (HIPPS).

“Le soluzioni pacchettizzate di Rockwell Automation sono pensate  per aiutare gli operatori industriali a colmare delle carenze di funzionalità e metterli in grado di far fronte a specifiche sfide di business. ” afferma Allan Rentcome, global technology director for Systems and Solutions di Rockwell Automation. “Con la soluzione OptiSIS, gli operatori industriali dispongono ora di una soluzione pacchettizzata per applicazioni di sicurezza che in passato potrebbero essere state troppo piccole da giustificare l’investimento.”

La soluzione pre-configurata OptiSIS che viene fornita pronta per l’installazione, il collegamento e la configurazione, accorcia il tempo complessivo di ingegneria e non richiede alcuna programmazione. Gli utenti devono solo caricare sull’interfaccia grafica del sistema i propri scenari logici. Le configurazioni vengono provate e possono essere memorizzate per la verifica dei requisiti di funzionalità di sicurezza originali, o utilizzate in un secondo momento per ripristinare il sistema ad uno stato conosciuto.

Ingressi e uscite flessibili aiutano a confermare che il sistema prevede un mix variegato di tipi di I/O digitali e analogici. Inoltre, sono disponibili le versioni I/O simplex e fault-tolerant (dual) per far fronte alle diverse esigenze di ridondanza.

Il sistema soddisfa i requisiti fino al Safety Integrity Level 3 (SIL 3) ed è conforme alle normative IEC 61511 / ISA 84.00.01. Utilizza hardware pronti da installare, certificati TÜV e software applicativo convalidato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter

Facebook

Categorie

Archivi